Ornella Mantesso - L'onda del doloreQuesto libro racconta la storia di Ornella che fin dalla più tenera età conobbe l’importanza della parola “malattia”, “piccolo male” (epilessia); ma la freschezza e l’allegria della sua età, i colori e la magia di quei tempi resero sopportabili i suoi disagi, grazie ad un bravo medico che la “prese per mano” e dopo lunghe cure la risollevò da quell’oscura ed ignorata malattia. Superati i primi ostacoli, quando la battaglia sembrava vinta, si affacciarono gli anni dell’ adolescenza e con essa l’emicrania cronica, nemica di sempre, capace di trascinare in abissi bui e dolorosi la sua vittima.
Iniziarono così tanti, innumerevoli viaggi della speranza, su e giù per ospedali di mezza Italia, senza riuscire a trovare una soluzione efficace e definitiva. Finalmente un bel giorno  apparve uno spiraglio di luce: Pavia.
In questo libro autobiografico metto in gioco me stessa, evocando dolore, solitudine e disperazione, che non hanno comunque mai spezzato la speranza di un futuro migliore, per godere la libertà dalle catene della sofferenza. Ho imparato ad apprezzare tutto ciò che mi circonda e che la vita mi offre nel quotidiano, anche una semplice risata.
Per rendere più efficaci certe immagini del mio passato, ho usato il dialetto, lingua viva e tuttora molto usata.
Il messaggio ultimo che vorrei far emergere dalla lettura di questo mio piccolo lavoro è che nella vita non bisogna mai abbattersi, arrendersi, si va avanti godendo delle cose belle che abbiamo  e che ci aiutano ad accettare anche le giornate grigie.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.